News

  • Go+Learn FVG all’ International Day UniTS 2018

    • 16 novembre 2018

    Giovedì 15 Novembre all’ International Day UniTS 2018, organizzato dall’Ufficio per la Mobilità Internazionale c’eravamo anche noi.
    L’evento è rivolto a tutti gli studenti dell’Università di Trieste che sono interessati ai programmi di scambio con l’estero. Programmi come  il nuovo Go+Learn FVG presentato da Chiara Ambrosi di Enaip Friuli Venezia Giulia.

    All’ International Day UniTS 2018 sono intervenuti José Francisco Medina Montero (Delegato del Rettore alla Mobilità Internazionale) che ha presentato i programmi di mobilità dell’Università di Trieste, Chiara Ambrosi di ENAIP FVG che ha parlato del programma Go+Learn FVG e diversi ex studenti Erasmus che hanno portato le loro esperienze.

    Mobilità internazionale secondo AlmaLaurea

    I dati AlmaLaurea mostrano come l’esperienza di studio all’estero permetta ai laureati di aumentare del 14,0% le chance di trovare lavoro già ad un anno dal conseguimento della laurea.

    Le università del Nord-est hanno percentuali di laureati con un’esperienza di studio all’estero più elevate (11,6%) rispetto all’Italia meridionale e insulare (rispettivamente 6,5 e 8,3%).

    Il Paese di destinazione più gettonato è la Spagna, scelta dal 30,2% degli interessati dalla mobilità internazionale europea, seguita da Francia, Germania e Regno Unito. Tutti Paesi che assieme a Portogallo, Belgio, Austria e Slovenia sono le mete di destinazione previste dal programma Go+Learn FVG.

    Mete erasmus

    Trieste è sopra le media nazionale: il 17,1% dei suoi laureati triennali e il 17,8% dei laureati magistrali ha svolto un’esperienza di studio all’estero. Questi dati sono in crescita rispetto al 2017 e si pensa che vi sarà un ulteriore aumento.

    Sempre secondo AlmaLaurea le condizioni socio-economiche della famiglia di origine sono ancora un freno. Il progetto Go+Learn FVG vuole essere un aiuto e un incoraggiamento per i giovani di ogni fascia di reddito grazie ai contributi messi a disposizione del Fondo Sociale Europeo.

    Per quanto riguarda i corsi di lingue intensivi e i master post laurea agli studenti viene chiesta una partecipazione alle spese del corso di lingua ( dal 10 al 40%) parametrata in base alla dichiarazione ISEE.
    Per i tirocini sono previste indennità mensili di mobilità differenziate per Paese di destinazione e per la durata del tirocini oltre alla copertura assicurativa. La partecipazione al tirocinio non esclude, durante lo svolgimento di questa attività, un impegno lavorativo del tirocinante, purché non incompatibile con il regolare svolgimento dell’attività prevista dal tirocinio.